Animeland, dopo e prima della prima al “Roma Fiction Fest 2015”
Cinema/Sbloccare visuali e immobilismo/Sbloccati con Teatro, Musica, Cinema, Arti, Gusto/Sblocchers!

Animeland, dopo e prima della prima al “Roma Fiction Fest 2015”

Una colonna sonora delicata, sublime, quasi un un sussurro dei ricordi, l’ha composta Simone Martino, colorando di commozione il docu-reportage (come lo chiamerei io, arbitrariamente) “Animeland” di Francesco Chiatante, presentato al Roma Fiction Fest 2015, al Teatro Adriano di Roma, il 13 novembre scorso. Le corde dell’emozione di chi è nato negli anni ’70 vengono … Continua a leggere

Isola che vogliamo 2015: “Il cuore oltre l’ostacolo ci è andato?” Pensieri, dopo il bilancio personale di Pasquale Vadalà
Arti/Gusto/Sbloccare visuali e immobilismo/Sbloccati con Teatro, Musica, Cinema, Arti, Gusto/Sblocchers!/Situazioni da sbloccare

Isola che vogliamo 2015: “Il cuore oltre l’ostacolo ci è andato?” Pensieri, dopo il bilancio personale di Pasquale Vadalà

Fino all’ultimo atto. Saremo arrivati all’1.30 di oggi, 13 agosto, quando è finito il bilancio di Pasquale Vadalà a Palazzo Galeota su questi anni di Isola Che Vogliamo. A solleticare il suo sarcasmo analitico, le domande di Luigi Pignatale. Ha messo insieme alcune riflessioni ed ha confermato di aver lasciato il coordinamento delle attività culturali … Continua a leggere

La Memoria dei Vinti, sopravvissuti nella resilienza e nel proprio riscatto di persone, nel libro di Maristella Massari
Libri

La Memoria dei Vinti, sopravvissuti nella resilienza e nel proprio riscatto di persone, nel libro di Maristella Massari

“Imparerà presto a guardare in faccia il terrore ma non gli darà mai del tu”. Questa frase mi ricorda chi l’ha pensata e caratterizza, secondo me, lo stile di questo ed altri dieci racconti del suo libro, il suo primo libro. Maristella Massari è molto più di una collega, è una collegamica. Il destino ci … Continua a leggere

La primavera dei due mari. Il bisogno di lasciarsi alle spalle la nebbia. La viralità di un’immagine piena di luce, dell’8 maggio 2015
Sbloccare visuali e immobilismo/Sblocchi democratici via smart phone e social network

La primavera dei due mari. Il bisogno di lasciarsi alle spalle la nebbia. La viralità di un’immagine piena di luce, dell’8 maggio 2015

La nebbia e la luce, fenomeni reali, metafore emozionali. La nebbia insolita del 6 maggio scorso mi fa pensare alle tante nebulose sociali del nostro territorio, del nostro Paese. Tra le quali, il destino di Taranto sembra sempre guidare una schiera di vittime sacrificali, designate chissà da chi, chissà quando, ora finalmente insorte e capaci … Continua a leggere

Al Palaricciardi serve un Container, ai profughi una riforma di Dublino III, con un Mare Nostrum Europeo, secondo Cecile Kyenge
Sblocchers!/Sblocchi umani tra accoglienza ed integrazione

Al Palaricciardi serve un Container, ai profughi una riforma di Dublino III, con un Mare Nostrum Europeo, secondo Cecile Kyenge

Il pensiero della morte di suo padre, il desiderio di sentire la voce di sua madre e dei famigliari eventualmente rimasti in vita a Mogadiscio arrivano dritti alle corde vocali della voce e del cuore.  E quel groppo un gola di quel giovane somalo, proprio quando provava a raccontare il suo lungo viaggio tra la Somalia … Continua a leggere

Anime incappucciate e Cuori Murati nella città vecchia di Taranto al passaggio dei Sacri Misteri
Sbloccare visuali e immobilismo/Sblocchi democratici via smart phone e social network/Situazioni da sbloccare

Anime incappucciate e Cuori Murati nella città vecchia di Taranto al passaggio dei Sacri Misteri

Ogni tanto, mi chiedo cosa abbia in mente chi fotografa i Riti della Settimana Santa Tarantina. Non credo esista una spiegazione unanime. Spirito di comunità, devozione, tradizione, cultura, conoscenza, turismo, curiosità, si intrecciano. E, sicuramente, ogni confratello in pellegrinaggi e processioni a Taranto nel triduo pasquale, aveva intorno amici e parenti pronti a fotografare ogni … Continua a leggere

Cara Hub, inizio come se scrivessi una lettera all’italiano medio. A Taranto, si tratti di Mare Nostrum o Triton di Frontex non cambia nulla
Sbloccare visuali e immobilismo/Sblocchi umani tra accoglienza ed integrazione

Cara Hub, inizio come se scrivessi una lettera all’italiano medio. A Taranto, si tratti di Mare Nostrum o Triton di Frontex non cambia nulla

Sento il bisogno di diffondere on line un articolo nel quale ho provato a spiegare le uniche certezze giuridiche reali sul Piano di Accoglienza dei Migranti e Richiedenti Asilo a Taranto. Nell’edizione del 14 marzo 2015. Negli ultimi giorni, ho meditato molto su quanto l’Italia non sappia di cosa sia successo a Taranto, nel 2014, … Continua a leggere

100 anni dell’Orfeo tra amici, mentori e omaggio di Clarizio Di Ciaula ad un Laclos ispirato allo stile dell’ammiraglio Francesco Ricci
Arti/Cinema/Sbloccati con Teatro, Musica, Cinema, Arti, Gusto

100 anni dell’Orfeo tra amici, mentori e omaggio di Clarizio Di Ciaula ad un Laclos ispirato allo stile dell’ammiraglio Francesco Ricci

Stupore, Eleganza, Serietà, Impegno,Orgoglio, Sogno, Commozione, Speranza, e Amicizia Il 27 febbraio 2015, ho lasciato il Cinema Teatro Orfeo con queste parole nella testa, negli occhi, nel tatto, in questo ordine, spontaneo, casuale, non pensato. E, così, provo a metterle a nudo. Si celebrava il primo Centenario di uno dei pochi teatri tarantini, degli anni … Continua a leggere

Svenimenti tra Pipistrelli, Cechov, Tarallucci, Vino e Scarpetta al Tatà
Sbloccati con Teatro, Musica, Cinema, Arti, Gusto

Svenimenti tra Pipistrelli, Cechov, Tarallucci, Vino e Scarpetta al Tatà

Un gioco di luci sfugge di mano e sul sipario del TaTA ai Tamburi di Taranto io cosa vado a notare? Batman! Non chiamatevi matta, ma in questo blog ogni tanto mi piace giocare 🙂 Quel riflettore sembra illuminarci con un pipistrello, quando il 30 gennaio 2015, (poi replicato questo 31 gennaio) sul palco della … Continua a leggere