Sbloccati con Teatro, Musica, Cinema, Arti, Gusto

Un compleanno solidale partecipando a “Jazz for Africa” a sostegno del Movimento Shalom

Jazz for Africa al Tabir

Jazz for Africa al Tabir

Aldo Di Paolo, Alessio Santoro, Camillo Pace, e si scorge il manifesto di Shalom

Aldo Di Paolo, Alessio Santoro, Camillo Pace, e si scorge il manifesto di Shalom

Una triade virtuosa: amicizia, solidarietà operosa, musica col sorriso. I tre elementi si sono fusi e contaminati in “Jazz for Africa”, in sostegno al Movimento Shalom, sezione di Taranto, il 10 aprile 2014, al Tabir, birroteca tarantina in via Cavour. Una serata in due momenti: il filmato sull’ultimo viaggio umanitario in Burkina Faso e la jam session di Camillo Pace, Antonio Caramia, Aldo di Paolo, Alessio Santoro, ed altri due musicisti a sorpresa (dei quali non so ancora i nomi, spero temporaneamente). Partecipando all’evento, è stato possibile contribuire, nel nostro piccolo, alla raccolta fondi a favore del completamento di una clinica pediatrica nel “Centro di Maternità e Diritto alla Vita”, inaugurato il 17 gennaio 2013, a Koudougou.

 

I lavori di costruzione del primo Centro di Maternità

I lavori di costruzione del primo Centro di Maternità. Fonte: Movimento Shalom di Taranto, profilo Facebook.

Laddove, ora, le mamme partoriscono assistite, si vorrebbe affiancare e potenziare una struttura medica rivolta ai loro piccoli. L’intuizione di una collegamica di festeggiare, così, in modo speciale, il suo compleanno, mi ha consentito di esserci e di conoscere i passi avanti di questo progetto iniziato tanti anni fa.

Sala Parto

Sala Parto. Fonte: Movimento Shalom Sezione Puglia (di Taranto). Profilo Facebook.

Un occhio al video ed alla testimonianza di Lucia Parente De Cataldis…….

 

Lucia Parente De Cataldis insieme alle mamme del Centro di Maternità: Fonte: Movimento Shalom di Taranto, profilo Facebook.

Lucia Parente De Cataldis insieme alle mamme del Centro di Maternità: Fonte: Movimento Shalom Sezione Puglia (di Taranto). Profilo Facebook.

Un orecchio al concerto, una scaletta di brani di Camillo Pace, del suo album “Autoritratto”, recensito su questo blog, e di un repertorio di contaminazioni delle varie sfumature del jazz. Fra le quali, giuro, una variazione strumentale di John Coltrane, dove, pensate, mi era sembrato di essere impazzita all’improvviso, captando nitidamente la romantica “Chim Chim Cher-ee”, premio Oscar nel 1965, nota nella versione italiana di “Can Caminì Spazzacamin”, del film musicale “Mary Poppins”, unita se non ricordo male a “My Favourite Things”, entrambe diventate celebri specialmente dopo essere state lanciate nei film con Julie Andrews. Si…non è possibile, mi dicevo, ma cosa vado ad immaginare….Fino a quando il sassofonista mi ha confermato di aver sentito bene!  Wow, avete visto Coltrane? Ha fatto un omaggio a Mary Poppins e Tutti Insieme Appassionatamente! (Su, dai….passatemi questa suggestione :-).

IMG_5856

Camillo Pace al Contrabbasso, Antonio Caramia al Sassofono

Aldo Di Paolo alla tastiera, davvero una scoperta! Brioso

Aldo Di Paolo alla tastiera, davvero una scoperta! Brioso

Alessio Santoro e Camillo Pace

Alessio Santoro e Camillo Pace

Jam session

Jam session

Mi era già capitato, anni fa, di scrivere sul Movimento Shalom o altre associazioni, impegnate senza alcuna tregua nella vera sfida, ovvero aiutare gli africani a trovare occasioni di vita nella loro terra. Oggi, è difficile poter sostenere questi progetti, quando si è precari. Ecco perché l’idea del compleanno solidale è davvero una bellissima idea. Nel 2013, ero stata ai 40 anni di una cara amica, compagna di scuola. E lei scelse come beneficiario il “Progetto Juntos” degli Amici di Manaus, rivolto ai bambini bisognosi di Taranto, altra storia, altro racconto, forse un giorno ci tornerò su 🙂