Sbloccati con Teatro, Musica, Cinema, Arti, Gusto

Cosa hanno in comune “Miss Italia” ed “8 Donne ed un Mistero”?….Scopritelo….

Un attore tarantino al quale sono legata da stima, poi trasformata in affetto, Leo Pantaleo, mi ha sempre ripetuto, nelle chiacchiere dopo gli spettacoli teatrali: “Il Teatro  cura lo spirito delle persone”. Beh, io penso che, a Taranto, un tempo città dei teatri, prima dell’avvento dell’era industriale, la terra che diede i natali ad Anna Fougez, Mario Costa, Cesare Giulio Viola, Rodolfo Valentino, Giovanni Paisiello, si sia persa l’anima. I tarantini non sanno più sorridere, rilassarsi, sognare, gioire del successo e dei sogni altrui. E sono alla ricerca disperata di occasioni per dare sfogo ad invidie, sospetto, accuse, pregiudizio e giudizio. Che peccato! Per esempio, dovrebbero avvicinarsi al teatro, alle filodrammatiche, al teatro dei professionisti, staccare la spina dello stress, attaccando la spina della cultura e dell’ottimismo creativo. In questi giorni, come tutti, ho appreso che una tarantina, Giulia Gallo, è in finale a Miss Italia (lo stesso concorso, tradizionale, della tv generalista italiana, un fenomeno mediatico di costume che vide sulle sue passerelle perfino Sophia Loren). Un tarlo mi ha tartassato…e mi chiedevo: “Ma dove l’ho vista??”…”Io la conosco….?!”. Ecco cosa mi ha provocato l’agosto caldo tarantino. Un tempo, quando conducevo programmi radiofonici sulle arti dello spettacolo, ci sarei arrivata in due secondi. Invece, ho dovuto sgomberare la mente dalla negatività e poi…”Eureka”! Trovato. Ma si…era una delle “Otto donne ed un mistero”, rivisitazione messa in scena dalla Compagnia Stabile Tarantina, al Teatro Orfeo, nella primavera del 2012!!!! A teatro, c’erano tutti gli appassionati di sempre, quelli della chiacchiera tra il primo e secondo atto e del sipario abbassato quando si attende l’uscita degli attori. Unanime, nei presenti, c’era questa considerazione. Se queste attrici, soprattutto Giulia Gallo, Francesca Marseglia, Tiziana Risolo, Marina Lupo, avessero avuto palchi ed occasioni in altre zone d’Italia, avrebbero avuto più successo. E già…ai tempi della “discriminazione geografica” va così. Ed allora, un po’ di incoraggiamento a chiunque faccia qualcosa di positivo nella vita. Che lo renda  felice. Adesso, ad una “teatrante agli esordi” come Giulia, in questa fase della vita a sognare la corona e lo scettro di Miss Italia, una persona serena dovrebbe augurare solo di avere successo in Teatro, dopo le luci di questa ribalta televisiva. E, come lei sicuramente saprà, in Teatro c’è una vecchia usanza….L’augurio dovrebbe iniziare M” o con “TM”, o “MMM” ma chi ignora la cultura teatrale e l’aneddoto di questo augurio potrebbe fraintendere!..Oppure siete curiosi e volete capire cosa c’è dietro queste consonanti…? E va bene…Quando ancora si andava a Teatro in carrozza, i teatranti capivano subito se la platea sarebbe stata piena di ricchi nobili ad assistere ed applaudire. Carrozze, cavalli, usate la fantasia!!!!

2 thoughts on “Cosa hanno in comune “Miss Italia” ed “8 Donne ed un Mistero”?….Scopritelo….

I commenti sono chiusi.